SARTOFFICINA

Da Mercoledì 23 Gennaio alle ore 16:00 riapre la Sartofficina!!!
Vi aspettiamo!!!!

 

Per informazioni: 3396171306 Silvia

Pranzo Sociale a Camere D’aria

Accadrà a CAMERE D’ARIA
Ogni ultima domenica del mese dalle h 12.00

PRIMO APPUNTAMENTO DOMENICA 27 GENNAIO

Una tavola comune aperta a tutti, autogestita dal basso con e da chi vorrà partecipare attivamente.
A offerta libera. Grazie al contributo di ARVAIA http://www.arvaia.it/ con le sue prelibate verdure e alla collaborazione con il circolo anarchico BERNERI http://circoloberneri.indivia.net/ .

La convivialità come viatico per il fare insieme. Per parlare di tematiche sociali e culturali urgenti. Per condividere saperi, arti e mestieri in laboratori autogestiti. Per una circolazione libera. Per spiriti liberi, raminghi. 

Domenica 27 gennaio
Insieme al circolo anarchico BERNERI parleremo di BENI COMUNI. Non prima di aver riempito lo stomaco e brindato insieme. Parteciperanno alcuni esponenti della comunità di MONDEGGI https://mondeggibenecomune.noblogs.org/
e di ARVAIA per condividere le loro esperienze, per ribadire nel loro piccolo la possibilità di agire in un altro modo.

Per approfondire:

https://scheggenellacarne.blogspot.com/2019/01/beni-comuni-27-gennaio-2019-camere-daria.html

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Bene_comune

Invitate i vostri amici diffondete l’evento!

A tavola con Pepe & gli altri | SOUPport the Soup!

A TAVOLA CON PEPE & GLI ALTRI

Pranzo di autofinanziamento con animazione a sostegno della 12° edizione del Gran Festival Internazionale della Zuppa di Bologna!

Domenica 3 febbraio 2019 | ore 13.00
presso il Centro Sociale Ricreativo Pilastro – Via Dino Campana 4, Bologna

Ai fornelli gli chef: Sora Pina, Mirsad e Paolo

Menù:
Antipasto – pane cunzato e rape rosse
Primo – La solita zuppa
Secondo (a scelta tra carne o veg) – cotolette di melanzane e sedano rapa o Mirsad Grill
Contorno – insalata di cappuccio per tutti
Dessert – Giusi’s cheese cake
acqua, calice di vino + pane gentilmente offerto dal Forno Brisa

Animazione di teatro delle marionette con Ilaria Olivari/compagnia Teatro Hilaré (clown e mimo corporale drammatico, costruttrice e manipolatrice di marionette per attività teatrali a livello internazionale), Pepe e discepoli (-:

Special guests: EnClave e Venus Rodriguez – percussioni e canti della tradizione afrocubana

Quota di partecipazione:
€ 15 adulti / € 8 bambin* (2 bambin* € 10)

Prenotazioni:
– 328 2586266 (Claudia)
– festivalzuppa@gmail.com
– direttamente al Bar del Centro Sociale Pilastro (Antonella)

Per raggiungere il Centro Sociale Pilastro:
– Autobus 20 (direzione Pilastro) fino al capolinea, poi girare l’angolo dopo la chiesa e camminare fino in fondo alla via
– Pista ciclabile da via San Donato (direzione Pilastro)
*** Si consiglia di non parcheggiare in via Dino Campana (meglio nelle vicinanze)

Vincitori del bando dal titolo “E’ sull’orlo del precipizio che l’equilibrio è massimo”

Camere d’Aria è lieta di comunicare i vincitori del bando dal titolo “E’ sull’orlo del precipizio che l’equilibrio è massimo” per la selezione di 5 residenze teatrali.

Dopo lunga e attenta valutazione, resasi necessaria per l’alto livello e numero delle proposte giunte, sono stati al fine selezionati i seguenti artisti e spettacoli:

– La Turba con Sarah y Maneh
Siviglia, Buenos Aires | teatro danza (Febbraio)

– La Petite Mort Teatro con Money
Milano | prosa (Febbraio)

– Nicola Bruschi, Sara Brugnolo con Anna Fischer-Dückelmann
Bologna | performance, prosa (Marzo)

– Irene Curto, Garavaglia Milone con Superficie in R4 Treviso, Milano | performance (Aprile)

– Leonardo Bordin, Gianna Carbonera con Corpo Celeste Pordenone | performance (Maggio)

I lavori sono stati scelti per l’originalità drammaturgica e l’attitudine teatrale e performativa non convenzionale.

A breve sarà data comunicazione ufficiale a tutti i partecipanti che ringraziamo per aver risposto alla nostra “chiamata alle arti”.

Ben 31 sono state infatti le proposte ricevute.

Per questo stiamo inoltre valutando la possibilità di inserire altri progetti non selezionati in una rassegna “off” ad hoc!

Sicché, come si dice in questi casi: stay tuned!

L’artista Sandro Da Boit donerà tre sue opere per premiare il miglior spettacolo, il miglior testo e la/il miglior performer.

LA MASCHERA NEUTRA

LA MASCHERA NEUTRA
Laboratorio di Presenza Scenica
condotto da Miguel Angel Gutierrez

8, 9, 10 Marzo 2019

info@manimoto.com

La maschera neutra è un fondamentale strumento della pedagogia Lecoq: suggerendo a chi la indossa una neutralità ideale e astratta permette di acquisire maggior coscienza dei messaggi che il corpo comunica involontariamente e di conoscere il proprio linguaggio corporeo.

Esplorando nel dettaglio il modo con cui il corpo abita la scena, il laboratorio fornirà degli strumenti utili a potenziare la propria presenza scenica.

Ogni giornata di laboratorio si aprirà con una parte di esercizi dedicata all’analisi del movimento e al training fisico, preparatori all’indosso della maschera.

Particolare attenzione verrà data alla creazione di un vocabolario scenico comune, alle improvvisazioni e alla creazione individuale e collettiva.

Le maschere che il laboratorio utilizza sono le maschere neutre originali costruite da Donato Sartori, Centro maschere e Strutture Gestuali, Padova.

La formazione si rivolge a chiunque sia interessato alla comunicazione non verbale ma anche ad attori, danzatori e performer che desiderino approfondire il proprio percorso.

—————————————————————-

MIGUEL ANGEL GUTIERREZ

Dopo aver lavorato come attore per differenti compagnie europee, Miguel Angel Gutierrez decide di dedicarsi alla pedagogia teatrale e si forma come insegnante del metodo Lecoq presso l’Ecole International de Theatre Lassaad a Bruxelles, diventando dapprima assistente dello stesso Lassaad Saidi per poi condurre un proprio corso di interpretazione e movimento.
Parallelamente propone corsi presso la Brussels International Ballet School e all’Università di Lille 3, in Francia.
Nel 2017, rientrato in Spagna, si diploma presso il centro studi Essin in Sinergologia (disciplina che studia i gesti e le micro espressioni con cui comunichiamo in modo inconsapevole) con una tesi in Fisiologia delle emozioni.
A Madrid insegna maschera neutra e movimento presso la Escuela Internacional del Gesto, si occupa di training d’attore e cura le regie di differenti spettacoli.

https://miguelangelgutim.com/

—————————————————————-

PER INFO E ISCRIZIONI:
INFO@MANIMOTO.COM

Non sparlate sul pianista

NON SPARLATE SUL PIANISTA
di e con
Alessandro Guidi, Matteo Farnè e Giacomo Sangiorgi

Le dieci domande più frequenti rivolte ad un pianista nell’arco della sua vita.
Un concerto recitato, uno spettacolo di music comedy sul mondo dello strumento dai tasti bianchi e neri.

Sabato 26 Gennaio 2019 ore 21:00

Ingresso a offerta libera e consapevole

Nel Ventre – Prova Aperta

Nel Ventre – Prova Aperta

Giovedì 24 Gennaio 2019, ore 21:00

 

Che cosa accadde dentro al cavallo prima dell’ultima battaglia di Troia?
Chi sono veramente quelle sagome nascoste in silenzio?
Eroi?

Nel ventre narra la storia di un’attesa: Ulisse, Epeo (artefice del cavallo), Neottolemo (figlio di Achille) e un manipolo di soldati sono nascosti dentro il cavallo, fuori dalle mura di Troia. È l’ultimo capitolo di una lunghissima guerra, i compagni di armi hanno abbandonato la spiaggia intrisa di sangue, i Troiani da dietro le mura li hanno visti partire.
Ora, là dentro, ci sono pochi uomini, soli, abbandonati a un’idea ardita: pochi uomini per concludere la più grande guerra di sempre. E se i compagni se ne fossero davvero tornati in patria lasciandoli come sacrificio agli dei per un buon ritorno in patria? E se i Troiani non accettassero quel dono per la dea Atena, se lo bruciassero, se lo precipitassero da un dirupo? E se la trappola preparata per Troia diventasse trappola per gli stessi Achei?
Il cavallo è cieco, non ha aperture se non quella che guarda verso il mare, impossibile sapere cosa accada fuori, sulla spiaggia. Il cavallo non ha aperture perché così Atena lo ha mostrato in sogno a Epeo.
Una candela marcatempo per sapere quando bisognerà uscire dalla botola, e il resto è solo attesa e silenzio, paura e silenzio. E nel silenzio il sonno, nel sonno il sogno, un sogno che riempie occhi e orecchie di tutti. Nel sogno una donna, forse una dea, una voce che parla le parole di Laocoonte, quelle di Cassandra, quelle di Elena e quelle di Penelope. Una voce che dice e non dice, una voce che dà suono alla speranza e al dubbio, una voce che dà voce al silenzio. In questo silenzio, uno dei militi osserva e descrive quello che vede: generali, re, condottieri… eroi? Uomini. Semplicemente uomini, con le loro paure, i loro dubbi, le loro speranze.

Nel ventre racconta una storia, un mito che tutti noi conosciamo, ma lo narra da dentro, dal suo interno, da “un prima” che rende questo ennesimo racconto unico e che ha l’effetto di spogliarne i personaggi di tutti gli orpelli che la ripetizione, di cui il mito stesso si nutre, ha attribuito loro: alla fine, ci sono solo uomini nel ventre di quel cavallo abbandonato sulla spiaggia, segno di una apparente resa. Uomini mandati a combattere e uomini che si sono mandati a combattere: generali e soldati, tutti sanno che per loro non ci sarà scampo se i Troiani non cadranno nell’inganno, se distruggeranno il cavallo, se quel silenzio tanto difficile da mantenere non sarà sufficiente a celarli agli orecchi del nemico, se i compagni, una volta dato il segnale da dentro le mura, non torneranno a dar loro manforte.
Così quel grembo si riempie di paure, dubbi. L’eroe si svuota, smette il suo costume e diventa piccolo piccolo di fronte al Fato. Piccolo di fronte alle parole della multiforme Atena che, come un fantasma, cala nel cavallo e tesse, anticipa, nega a ciascuno dei tre eroi l’agognata verità.
Nel ventre è una narrazione sul dover essere, sul destino, il dubbio, sul dover scegliere e soprattutto sulla paura di farlo.

regia Stefano Panzeri
con Stefano Panzeri

CAMBIO ARMADIO

DOMENICA 2 DICEMBRE dalle ORE 16:00

CAMBIO ARMADIO

Baratto di abbigliamento, accessori e libri
Laboratori per cinni con Irene
Laboratorio di musica improvvisata e acquarello con Leandro e Laura (16:30 alle 18:30)

Merenda par tòt, ciclolotteria!!

Performance finale: “Soli nell’universo. Il soliloquio di Loretta Strong”

COME FUNZIONA IL CAMBIO ARMADIO
Porta 10 capi di abbigliamento e/o accessori puliti, in buono stato e che non indossi più. All’ingresso i sarti di Camere d’Aria giudicheranno i tuoi capi in base al livello di “fashionabilità” e avrai libero accesso alla scelta di nuovi capi dello stesso livello.
Sarà un modo divertente per rinnovare il tuo guardaroba senza spendere nulla e compiere un gesto etico verso l’ambiente.

Porta anche tanti libri da scambiare!!!!!

Per informazioni: cameredariainfo@gmail.com

Dramasofia

Mercoledí 21 Novembre alle ore 21:00

Mov.sofia, compagnia teatrale con base a Madrid, presenta in una prova aperta il risultato della sua residenza artistica a Camere d’Aria:

DRAMASOFÍA

“Una retrospettiva filosofica all’adolescenza e alle domande filosofiche che la attraversano”

Partendo dai sei grandi filosofi che più ci hanno segnato quando li abbiamo studiati a scuola, intraprendiamo un viaggio nella nostra adolescenza per scoprire che cosa delle loro teorie è rimasto dentro di noi e perché.

Le nostre domande esistenziali si intrecciano con quelle dei nostri filosofi: Socrate, Platone, Hume, Mill, Kierkegaard, Nietzsche.
Sei immagini vive si proiettano dal nostro corpo e invitano lo spettatore a considerare la sua relazione intima con la filosofia.

I concetti si materializzano, prendendo la forma, il colore e il movimento dei sogni, dei ricordi e delle fantasie. Le teorie si librano dal quaderno come se uscissero da un diario segreto.

– Concept, regia e interpretazione: Kira Anzizu e Nicoletta Cappello
– Produzione: Mov.sofia con Fabra i Coats Barcelona, Casale Rappini e Camere d’Aria

 

Pranzo Popolare della Domenica

Domenica 18 novembre 2018 alle ore 13.00

CAMERE D/ARIA
è lieta di invitarVi al Pranzo Popolare della Domenica!
// intorno // dentro // sopra // via Guelfa 40/4 (angolo via delle Ruote, zona Massarenti)

In programma:
– zuppa, vin brulè e tiramisù!
– buona compagnia
– oracolo (#@&%?!?)
– musica
– attività per bambini

Si esibirà l’ensemble “Speciale Grondaia Classica Sonante”:
Matteo Farne // cembalo
Evdokia leskima // cembalo
Chris W.Scott // voce e chitarra
Luis André Bicalho // oboe

Per leggere e votare il progetto #GrondaieSonanti: partecipa.comune.bologna.it/…/progetti/2018/grondaie-sonanti