Workshop La Belleza en lo Deforme Carlota Berzal (Spagna)

Workshop di Movimiento Espressivo
LA BELLEZA EN LO DEFORME
di Carlota Berzal (Cía La Turba. Spagna)

Venerdi 9 Febbraio  dalle  16:00 alle  21:00

Tra le vibrazioni, la torsione e lo scuotimento è il bello. Ammira la purezza di ogni espressione e dimentica i salti con altezza, equilibrio e armonia. Nel caos e nell’irrazionale risiede la grazia del movimento. Il perfettamente imperfetto. Il razionale irrazionale.

Questo workshop è focalizzato sullo sviluppo del movimento espressivo attraverso la creatività. Per trovare la bellezza del deformato in ognuno, dialogheremo costantemente con il movimento e la parola. Strumenti come la ripetizione o la disarticolazione del corpo per abbandonare il razionale in una ricerca istintiva. Un corpo erratamente vero che distilla la vita in ciascuno dei suoi pori.

Rivolto a ballerini, attori, musicisti e perfomers di qualsiasi natura artistica.

A proposito di Carlota Berzal
Ha una laurea in Arte Drammatica, specializzata testuale Interpretazione presso la Scuola d’Arte Drammatica Siviglia (Spagna) e frequenta quattro anni di danza contemporanea presso il Conservatorio Antonio Ruiz Soler nella stessa città. Svolge numerosi workshop di danza urbana, contatto e Butoh. Ha approfondito i suoi studi che conducono due moduli internazionali: teatro fisico e teatro della comunità in Metropolia (Helsinki, Finlandia) e contemporanei approcci per le arti dello spettacolo a Concepción (Cile). Lo scorso anno 2016 si è aggiudicata una borsa di studio nel 2016 con i cacciatori Pablo Rotemberg, Inés Armas e Sergio Bazán a Buenos Aires (Argentina). Direttore della società La Turba, crea pezzi come Filipo (Finalista Concorso Desencaja 2015 Spagna, Riunione indipendente Teatro La Plata 2017, Teatro del Abasto Buenos Aires), tutto quello che non sono (FAKI Festival 2015 Croazia, Festival LOFT 2016 Cile, Eccentrico Festival Argentina 2016), Ofelia vegetariana (Festival Internazionale di Independent Dance Festival e l’Università nazionale delle Arti, 2017 Argentina).

Per info e iscrizioni: carlotom9@hotmail.com

Trailer: https://youtu.be/0HhGpkBM0Yc

www.carlotaberzal.es
https://www.facebook.com/carlotaberzal/

LUNÀTICA

Venerdì 12 Gennaio, ore 21

Spettacolo di Enza Alessandra Prestia
Voce, chitarra e percussioni
Suoni e canti della tradizione popolare Argentina, un viaggio attraverso l’esperienza vissuta.

Lo Spettacolo di Enza Alessandra Prestia, fondatrice del gruppo Assurd (canti e musiche del sud Italia), fa rivivere l’incontro tra lo spirito popolare del suo essere figlia di emigranti e la forza sudamericana del suo luogo di nascita, una storia comune alle donne viaggiatrici con un attaccamento viscerale alla terra. Accompagnata da percussioni e chitarra, la sua voce calda e unica, dal temperamento di fuoco, esprime meravigliosamente la creatività, l’energia, la festa, esternando la bellezza dell’universo femminile.
Lunàtica e’ un viaggio nel mondo della determinazione femminile, con brani di propria autoria che incarnano la donna legata alle tradizioni e ai tempi primordiali.
Le musiche “contaminate” dalle vite tramandate dai padri e arricchite dalle forme più sensuali della musica popolare italiana e sudamericana, in un connubio di melodie nuove che spaziano e percorrono i continenti.

Enza Prestia ha una carriera artistica di notevole spessore con collaborazioni e spettacoli in Italia e all’estero.

Per informazioni e prenotazioni:

cameredariainfo@gmail.com
3396171306 Silvia

Terra Matta (1943-1968)

4° Appuntamento della Rassegna Oltre L’ombelico

Sabato 13 Gennaio ore 21


Terra Matta è un progetto che parte dall’omonima autobiografia di un bracciante siciliano semianalfabeta classe1899: in 1027 pagine dattiloscritte senza margini con il punto e virgola a dividere una parola dall’altra, in una lingua grezza e infarcita di sicilianismi Vincenzo Rabito racconta la sua vita e con essa la storia del nostro Paese da un punto di vista unico.
Terra Matta 3 (1943-1968) racconta l’Italia dal secondo dopoguerra al ‘68. Vincenzo narra la nascita dei figli Gaetano e Giovanni, l’ascesa della D.C., la prima televisione, i briganti; alla sua vicenda umana si affiancano quelle di Rita, Brunilde e Antonietta, donne emigrate in quegli anni in Argentina e raccolte con il progetto sulla memoria migrante italiana Oltreoceano 2.

SUPPLEMENTO NOTA
Inizialmente la mia idea era di fare un monologo sugli anni della Grande guerra – Terra Matta (1899-1918 ) ha debuttato infatti il 24 maggio 2014 – ma poi la bellezza del resto del diario mi hanno fatto cedere alla tentazione di portarlo sul palco tutto.
Visto lo scritto nel suo insieme ho poi fatto un altro passaggio: la tensione verso il benessere dei figli, il carattere girovago dell’esistenza di Vincenzo avvicinavano a mio avviso la sua peripezia a quella del migrante e così nel maggio 2015 con un crowdfunding sono partito per raccontare la prima parte di Terra Matta agli italiani di Argentina e Uruguay per un mese, in case private e in teatri, usando il testo come catalizzatore di memoria, Vincenzo come esempio, Terra Matta come merce da scambiare con le storie del pubblico.
Nel corso dei mesi successivi ho ricevuto moltissime storie di migrazione italiana che a mio avviso potevano ritrovare il loro giusto valore solo se restituite ai legittimi proprietari “passate” per il teatro.
Così le ho integrate come personaggi fittizi, ma veri, alla seconda parte della vita di Vincenzo – Terra Matta (1918-1943) che a maggio 2016 ha debuttato a Buenos Aires e l’anno successivo nella terza Terra Matta (1943-1968) con debutto a Mendoza nel maggio 2017.

CREDITI
TERRA MATTA (1943-1968)
tratto dall’opera letteraria di V. Rabito, Einaudi ed.
con Stefano Panzeri
adattamento e regia Stefano Panzeri

Per Informazioni e Prenotazioni:
cameredariainfo@gmail.com
3396171306

HOME-LESS

DOMENICA 17 DICEMBRE, ore 21:00

Aoidos cre-Azione teatrale presenta

Da paesi lontani arrivano rumori e voci di guerra, di lamenti antichi, di fughe. Da questa parte del mondo la città si dissolve, muta, non si riconosce. Un´intera comunità è sostituita da gente che arriva dal mare. Un popolo è sostituito da un altro popolo.
Un giorno si diffonde la voce che uno di questi “stranieri” vuole “redimere il mondo”. Perché redimere? E come? Le autorità, la gente comune, i poveri, i ricchi, vogliono sapere. Si interrogano, le chiacchiere circolano, ognuno vuole offrire la sua testimonianza, la sua esperienza. Perché home-less, senza casa, è più di un senza-tetto.

Un teatro che non è narrazione, ma azione. Voci ed immagini si giustappongono, raccontano per accumulazione l´esperienza di tutti. Si tratta, per usare le parole di Walter Benjamin, di “un concetto di esperienza che ritiene in sé elementi cultuali”. Giorni e momenti significativi non sono contrassegnati da alcuna esperienza vissuta, non sono in compagnia di altri, ma si staccano dal tempo. Il “qui” in cui “l´insufficiente diventa eterno”.

DRAMMATURGIA E REGIA: Anna
ASSISTENTE ALLA REGIA: Luciano Magistro
ASSISTENTE AL TRAINING: Valeria B. Covella
VIDEO E LUCI: Luciano Magistro

PERFORMERS:
Valeria B. Covella – Matteo Favazza – Alessandra Ferri – Luciano Magistro – Luca Pagliaro – Larissa Cleopatra Petre – Jessica Pieroni – Mihai Cristian Preda – Tonia Scaglione

TESTI: Sándor Márai – Erich Maria Remarque – Italo Calvino – L. Magistro – M.Favazza – J. Pieroni – V. Covella.
VIDEO: L. Magistro

Ensemble Aoidos è un gruppo di cre-Azione teatrale. È un gruppo autogestito, che lavora fuori dei circuiti tradizionali, per amore della ricerca e dello sviluppo individuale. Il gruppo è nato a Bologna nel maggio 2016. Lo spazio vivo e pulsante che si è creato intorno al gruppo favorisce la scoperta e la creazione. Il teatro offre il contesto affinché ciò diventi possibile, e precisamente un teatro inteso come dramma=azione, come nell´antica Grecia.
http://ho-aoidos.blogspot.it

Info e prenotazioni: annam1@virgilio.it / 340-5418218
cameredariainfo@gmail.com / 3396171306

Esplorando laboratorio artistico~narrativo

Esplorando è il nuovo continente dedicato ai bambini e alla loro creatività. Qui leggiamo racconti, disegniamo e creiamo storie. Divertimento, lavoro di gruppo e sperimentazione sono le nostre parole d’ordine.

Il laboratorio si svolge tutti i lunedì e mercoledì dalle 17.00 alle 19.00

Il laboratorio è rivolto a tutti i bambini dai 6 agli 11 anni.
Gli educatori Alessia e Michele sono disponibili ad aspettare i bambini all’uscita dalle scuole Scandellara e Don Bosco per andare insieme al laboratorio.

L’ 11 Dicembre saremo a Camere d’Aria alle 19 per un incontro di presentazione.

Per informazioni contattare:
Alessia: 339 1593496.
Michele: 327 1035298.

 

Questione di Centesimi – Sogno di un operaio

3° Appuntamento della Rassegna Oltre L’ombelico

Sabato 16 dicembre ore 21
Anteprima di Questione di Centesimi – Sogno di un Operaio

di e con Pasquale Faraco
regia Paolo Schena
Luci, suono e scena: Dragan Miladinovic
una produzione MaF – Massa a Fuoco

Per informazioni e prenotazioni:
cameredariainfo@gmail.com
3396171306

Natale fai da te: Reinventa la tua sedia

Natale Fai da Te: reinventa la tua sedia

Laboratorio di restyling sedie, per creare e reinventare la tua sedia.
Un’idea originale in vista del Natale.

Ci vediamo:
mercoledì 6, lunedì 11, mercoledì 13 Dicembre, a partire dalle ore 15:00.

Laboratorio gratuito, verrà chiesto un contributo per colla e vernici.

CirCena

Sabato 9 Dicembree, dalle ore 20:00

CENA DI AUTOFINANZIAMENTO a sostegno del Progetto “MONTAGNOLA OPEN CIRCUS”


Cari amici e amiche,
siete invitati alla serata della Circena, serata nella quale potrete sostenere e conoscere in profondità il suddetto progetto, in cui avrete l’occasione di lasciarvi trascinare nella bizzarra atmosfera creata per voi dal gruppo di folli camerieri teatranti/circensi accompagnati da musici superdivertenti, i quali vi faranno gustare le prelibatezze della nostra cucina, preparata grazie all’aiuto prezioso della capocuoca Nora.
Dopo cena potremo, per chi vorrà, sperimentare tutti insieme alcuni dei nostri giochi teatrali/circensi, sviluppando divertenti dinamiche di gruppo, o alternativamente declinare sui giochi da tavolo.

MENU’
Primo: orecchiette con i broccoli
Secondo: cotolette di verdure con hummus
Dolce: crostata casalinga e salame di cioccolato vegano

Aderite numerosi ma telefonate!

Per maggiori info e prenotazioni:
Elio 329 44 54 998
FB Montagnola Open Circus
montagnolaopencircus@gmail.com

Due parole sul progetto:

Il circo sociale è un tipo di intervento che agisce attraverso l’arte circense in contesti di disagio e difficoltà. È una pratica che coniuga la dimensione artistica e performativa del circo con strategie di intervento per promuovere lo sviluppo comunitario e la coesione sociale. L’obiettivo principale non è quello di apprendere le arti circensi, ma piuttosto di sostenere lo sviluppo personale e sociale dei partecipanti attraverso la partecipazione ad esperienza positive tra pari.
Il progetto Montagnola Open Circus dell’Ass. Oltre, ha l’obiettivo, ambizioso, di agire un cambiamento, attraverso lo strumento circo, all’interno del Parco della Montagnola di Bologna,diffusamente identificato come luogo di cosiddetto “degrado”. Protagonisti del tessuto sociale del Parco sono, prevalentemente, giovani stranieri, di recente immigrazione, per i quali i traffici illegali rappresentano l’unica fonte di sostentamento, a fronte di un mancato o fallito percorso di integrazione sociale. Per molti dei ragazzi stranieri, la Montagnola non costituisce solamente luogo di lavoro ma anche luogo di vita, dove dormire e fare vita sociale.
Attraverso il progetto Montagnola Open Circus, vorremmo coinvolgere i ragazzi migranti, in un’attività di laboratorio creativo costante e duraturo, che, non solo costituisca una forma alternativa di socialità e di svago, ma anche un’occasione di fare formazione e imparare l’arte del circo. Il laboratorio vuole configurarsi come un ambiente sicuro e protetto, distaccato dal quotidiano spesso legata ad esperienze di disagio ed emarginazione, aperto a chiunque voglia farne parte. Infine, vorremmo che tutto questo potesse costituire, per i ragazzi migranti, un’occasione legale di reddito, attraverso la creazione di uno spettacolo finale aperto a tutta la cittadinanza.
Abbiamo già fatto i primi passi, ma per continuare abbiamo bisogno del vostro sostegno!!

Il progetto Montagnola Open Circus è cominciato a settembre 2017, nel parco, all’aperto, sotto il sole dell’autunno. Da Gennaio, grazie ai contributi raccolti in questa occasione ed alla collaborazione di Antoniano ed Arci, ci sposteremo all’interno della tensostruttura/teatrino al centro del parco e potremo proseguire le nostre attività nonostante le intemperie dell’inverno.

Le attività riprenderanno lunedì 8 gennaio e si svolgeranno ogni lunedì dalle 16 alle 19.

Vi aspettiamo!

CAMBIO ARMADIO

DOMENICA 3 DICEMBRE DALLE ORE 16:00

BARATTO DI ABBIGLIAMENTO, ACCESSORI e LIBRI

MERENDA E VIN BRULE’ PAR TòT

 

COME FUNZIONA IL CAMBIO ARMADIO

Porta 10 capi di abbigliamento e/o accessori puliti, in buono stato e che non indossi più. All’ingresso i sarti di Camere d’Aria giudicheranno i tuoi capi in base al livello di “fashionabilità” e avrai libero accesso alla scelta di nuovi capi dello stesso livello.

Sarà un modo divertente per rinnovare il tuo guardaroba senza spendere nulla e compiere un gesto etico verso l’ambiente.

Porta anche dei libri da scambiare!!!!!

 

Per informazioni: cameredariainfo@gmail.com