Laboratorio di Teatro dell’Oppresso

Inizia da Aprile il nuovo laboratorio di Teatro dell’Oppresso organizzato da Krila

Il laboratorio è aperto a tutti e tutte, anche senza una previa esperienza teatrale, per iniziare a scoprire le tecniche ed i giochi esercizi elaborati da Augusto Boal, per poi arrivare ad una costruzione collettiva di un Forum.

Nel prezzo è compreso anche il nuovo libro di Barbara Santos, Kuringa e allieva di Boal, che ha condiviso il proprio lavoro con il collettivo Krila.

Per informazioni ed iscrizioni potete scrivere una mail o contattare il numero di telefono indicato sul volantino. Vi aspettiamo !

Storie Immaginate, Lette, Raccontate!

STORIE IMMAGINATE, LETTE, RACCONTATE!
WORKSHOP SULLA PRATICA DELLA LETTURA ESPRESSIVA
condotto da Agata Marchi

Partendo da brani scelti dai partecipanti o proposti dalla giuda si sperimenteranno le possibilità espressive della voce e del corpo in relazione alla lettura di un racconto. E’ consigliato un abbigliamento comodo. Ogni partecipante è invitato a portare un brano o un racconto brevi che gli/le piace e che vorrebbe leggere a un pubblico.

1° Giorno, Venerdì 5 Marzo H 21.00/23.00

RESPIRAZIONE, PRESENZA DEL CORPO, EMISSIONE VOCALE

Dopo una piccola presentazione durante il primo incontro si comincerà a prendere confidenza con il proprio strumento vocale attraverso esercizi di rilassamento, respirazione e emissione del suono.

2° Giorno, Sabato 6 Marzo H 11.00/13.00 e H 15.00/18.00

ESPRESSIONE, PRIMA LETTURA

Nel secondo incontro, testo alla mano si comincerà a “masticare” il testo partendo da esercizi di articolazione e voce per arrivare a una prima lettura del teatto scelto e sperimentando le possibilità espressive della voce e del gesto.

3° Giorno, Domenica 7 Marzo H 11.00/13.00 e H 14.30/18.00

INTERPRETARE, IMMAGINARE

Durante quest’ultimo incontro ci occuperemo direttamente dell’interpretazione del racconto e della possibile messa in scena.
Al termine avverà una piccola restituzione del lavoro fatto interna ai partecipanti.

Per informazioni e prenotazioni:

cameredariainfo@gmail.com
Silvia 3396171306

AnanKastico68 – l’uomo(s)connesso – prova aperta

AnanKastico68 – l’uomo(s)connesso – prova aperta

Domenica 10 Marzo, ore 20:00

di Pasquale Faraco
con Pasquale Faraco e Batiè
luci e benda-corona di Dragan Miladinovic
regia Batiè

Un uomo attaccato alla rete 24 ore fornisce previsioni finanziarie ad una multinazionale, l’Ananke, in cambio di una connessione perpetua…
Prova aperta del residenziale Anankastico68 – 4-8 marzo presso Camere d’Aria – Bologna

MetamOrfeo

MetamOrfeo

Performance, concerto, set di improvvisazione,  esposizione e apericena

9 Marzo 2019

19:30 Performance Paesaggio Lunare
20:00 Concerto Bj Jazz Gag
21:30 set di improvvisazione
Esposizione “diffusa”di Marta Mansilla

Paesaggio Lunare
Paesaggio Lunare è una compagnia che nasce nel settembre 2018 da persone sensibili all’arte, nelle sue svariate forme, a Camere d’ aria, luogo magico di Bologna.
I suoi componenti sono teatranti, musicisti, scultori, pittori, scenografi, scrittori e danzanti, tutti uniti dall’intento di perseguire un’indagine corporea, immaginativa, visiva e sonora, tutti uniti
dalla volontà di ricercare quelle forme che emergono dai momenti condivisi.
Paesaggio Lunare è un’opera vivente che attraverso un linguaggio surreale e l’utilizzo eterogeneo di ogni forma d’arte cerca di mettere a fuoco la condizione umana. Un riflettore sull’umanità nella sua genialità e follia, un faro sul Pianeta Terra simile
alla Luna che illumina da sempre il nostro paesaggio anche nei suoi lati più oscuri e reconditi.
L’improvvisazione nutre e crea forme sempre diverse che poi generano arborescenze trasportanti messaggi insiti nel nostro carattere primordiale.
Attualmente lavoriamo sulla tematica della metamorfosi.

Bj Jazz Gag
Progetto basato su brani originali costruiti utilizzando particolarissime accordature della chitarra e caratterizzati da
un continuo alternarsi di parti ben definite e altre “aperte”, in
cui corde, percussioni, effetti elettrici e acustici concorrono
alla creazione estemporanea attraverso la libera improvvisazione.
Silenzio e rumore,
melodia e cacofonia,
razionalità e libero abbandono in un territorio di confine tra jazz,
rock, tradizione popolare e sperimentazione radicale.
BiagioMarino:
Chitarra
Luca Bernard:
Contrabbasso
Massimiliano Furia:
Batteria,
Percussioni

Marta Garcia Mansilla

Giovane artista poliedrica di origine spagnola, arriva in Italia per arricchire il proprio bagaglio artistico e culturale. Figlia d’arte, da sempre appassionata di scultura e pittura, ha frequentato l’Accademia di disegno Artium Peña di Madrid, diplomandosi poi presso l’istituto tecnico superiore scuola d’arte “La Palma” (Madrid), in Arti Applicate alla Scultura, specializzata in pietra e metallo. In seguito ha conseguito la laurea in Belle
Arti all’Universidad Compultense di Madrid, e nel 2014, dopo una breve esperienza Erasmus all’Accademia di Belle Arti di Bologna, decide di trasferirvisi per conseguire, nel 2017, la laurea magistrale in Arti Visive.
Durante questi anni ha partecipato a varie mostre, residenze, simposi e concorsi in Spagna, in Italia e in Croazia. Attualmente collabora con il gruppo performativo di Camera d’Aria, compagnia che sviluppa degli interventi artistici basandosi sull’improvvisazione artistica, scenica e musicale.

DISEGNARE NELLO SPAZIO
Il mio lavoro si concentra per lo più sul rapporto esistente tra individuo e quotidiano, interessandomi in particolar modo sui meccanismi sociali e comportamentali esistenti nella complessa architettura della società attuale. Queste ricerche le esprimo principalmente con installazioni scultoree, dove le opere sono plasmate sulla figura dell’essere umano, e trovano la loro reale forma nella materia di cui sono composte, permettendo una sorta di metafora del reale e di cruda verità. Rispetto alla tecnica mi piace pensare che disegno nello spazio, creando col metallo una serie di linee che vibrano e attraversano l’area espositiva, formando allo stesso tempo una struttura che definisce e suddivide gli spazi dell’allestimento. Concepisco le installazioni come bozze per il suo carattere progettale, che si sviluppano in maniera intuitiva e spontanea, creando delle strutture leggere e voluminose che percorrono l’ambiente. Da questa prospettiva la sala non è dentro né fuori ma interagisce direttamente con le sculture dall’interno verso l’esterno, convertendo il disegno in una composizione spaziale a 360º che fisicamente integra lo spettatore.

Scienza, Coscienza e Clima

Scienza, Coscienza e Clima
Domenica 3 Marzo 2019 ore 15.00

CONFERENZA GRATUITA

Condurranno l’incontro:  M. Cocca e A. Balbo di Ecocreando e con R. Tonelli di Comunità Energetica

Discutiamo ed impariamo ad espandere la Coscienza e ad Armonizzare esseri viventi e l’ambiente in cui viviamo utilizzando Antenne IR e la Geometria Sacra in proporzione Aurea, per generare frequenze armoniche risonanti con la Vita

E’ possibile misurare scientificamente queste vibrazioni ?
Cosa succede Fisicamente ?
Quali sono gli effetti ?
Come possono migliorare la nostra vita ?

Sarà possibile vedere alcuni dispositivi Opensource ideati da Ecocreando come ad esempio:
●Bobina B.A.C.:  un’antenna che demodulando gli infrarossi presenti nell’ambiente, permette alle molecole organiche che siano combustibile, O2, H2O o altro, di migliorare le proprie caratteristiche fisiche.
●Acqua Eterica:  Acqua informata e magnetizzata con un altissimo valore di coerenza vibrazionale quantistica dai molteplici utilizzi benefici.
●Cemenite:  basata sui 2 precedenti dispositivi per Armonizzare Inquinamento Atmosferico, Campi elettromagnetici nocivi, come Tv, Wifi, 3G, 4G, a breve anche 5G trasformando le onde nocivi, in onde innocue o positive per la Vita e elementi chimici dannosi in inerti..
●Genesa Crystal:  è una scultura sacra geometrica che si comporta da antenna, il suo materiale, la sua forma e le sue proporzioni possono aiutare ad armonizzare gli organismi nelle sue vicinanze, migliorando così il benessere ed aumentando la consapevolezza di sé e di chi ci sta vicino, tutto questo in quanto ha anche un effetto di amplificazione degli intenti.Inoltre verranno presentate misurazioni fatte con metodi innovativi.

ecocreando.it

comunitaenergetica.it

Lina Prova Aperta

Prova Aperta dello Spettacolo di Fabiana Mercadante
Lina
Una micro-storia vera

Lunedì 25 Febbraio 2019, ore 21:00

Ci sono luoghi e tempi della storia che sfuggono alla scrittura: sono lo spazio interno delle energie che hanno attraversato i corpi singoli degli assenti dalle narrazioni storiche che i libri trasmettono.
Lina non è uno spettacolo, ma un piccolo saggio di micro-storia, il racconto, in chiave coreografica, di uno scarto dalla norma delle narrazioni stereotipate su chi eravamo o avremmo dovuto essere.
Messina, fine anni 50’. Lina viaggia, cambia lavoro, si innamora…si sposa. Ma dov’è lei, mentre tutto ciò avviene? Dov’è il suo corpo e i colori che lo animano?
L’esito di questa ricerca storica sulle emozioni che hanno colorato la vita di un soggetto “minore” della storia del sud Italia è un ritratto singolare in movimento: un corpo in scoperta del proprio spazio di libertà tra limiti e possibilità fisiche e culturali.

Sull’artista
Fabiana Mercadante è una scrittrice, videografa e performer italiana. La sua ricerca artistica si svolge intorno alla relazione tra corpi, storia e città, con la creazione di ibridazioni che intersecano teatro, danza e video-documentario.
Conduce attualmente un Ph.D in arti performative per l’Università di Lisboa, interessandosi all’antropologia teatrale, allo studio dei processi creativi, alla relazione tra espressione corporea e auto-censura artistica nella cultura italiana.
Nel 2016 ha fondato il Flooding Lab, collettivo nomade di ricerca sul corpo politico e narrazioni.
A partire dall’esplorazione di pratiche performative e lo studio dell’effimero legato alla presenza, il collettivo sviluppa performance site-specific, coinvolgendo le comunità locali e soggetti non necessariamente professionisti delle arti performative.

Corso di Tecniche Miste & Libro d’ Artista

Corso centrato nella creatività e l’espressione libera attraverso la sperimentazione artistica di tecniche miste( acquerello, china, tempere, matite colorate, pastelli a cera, diversi tipi di vernici e pigmenti..).

Usando diversi materiali cartacei e pittorici al fine di creare un Libro d’artista rilegato con il cucito giapponese.

5 incontri, ogni Giovedì dal 28 Febbraio 2019
al 28 Marzo, dalle 19:30 alle 21:00
Condotto da Laura Planelles

Per iscrizioni e altre info, scrivere una email a:
laura.planelles@gmail.com