This is Tango

THIS IS TANGO

Corsi di Tango per Under 35, tutti i Mercoledì dalle 19:30.
A partire da Mercoledì 10 Ottobre 2018

Sabato 29 Settembre Open day di Tango, ore 17:00, durante la Non Stop delle arti e dei mestieri, vieni a fare la tua prova!!!!!!

Per informazioni: 3335299934
email: bolognatangolab@gmail.com

Laboratorio di Scultura con Shirin

LABORATORIO DI SCULTURA CON SHIRIN

Giovedì 18 Ottobre 2018, dalle ore 19:00 alle ore 21:00
Tecnica pinch : creazione di un vaso e della prima piccola scultura

Giovedì 25 Ottobre 2018, dalle ore 19:00 alle ore 21:00
1. bassorilievo base: Fiori e animali ( semplici modelli)
2. bassorilievo: dallla foto del ritratto del proprio profilo alla relazzazione in argilla

Giovedì 8 Novembre 2018, dalle ore 19:00 alle ore 21:00
Alla ricerca di artisti affini: figurativo e/o astratto? Dopo la scelta creazione di due sculture in due gruppi

Giovedì 15 Novembre 2018 e Giovedì 22 Novembre 2018, dalle ore 19:00 alle ore 21:00
Continua il lavoro sulle due sculture

In data da definire a Dicembre post incontro per applicare patina e/o smalto.

Per informazioni ed iscrizioni:
Laura: 3273316761; email: cameredariainfo@gmail.com

11 anni fa Shirin Afsharnejad ha cominciato a praticare scultura, ceramica e tornio in Iran, e da tre anni in Italia a Carrara e Bologna. E’ una scultrice che utilizza legno, marmo, argilla e resina per la creazione delle sue opere. Ha partecipato a quattro mostre a Tehran / Iran e nel dicembre 2017 nella Galleria Linda Farrell a Parigi.

Laboratorio di CERAMICA di base 2018 con Shirin Afsharnejad

Laboratorio di CERAMICA di base 2018
con Shirin Afsharnejad

Impariamo tecniche principali:
Pizzicato, colombino e la lastra/sfoglia, e creiamo vasi, bicchieri, piatti…

PROGRAMMA
5 incontri di 2 ore dalle 19 alle 21
Mercoledì 17/24 Ottobre – 7/14 Novembre 2018
Il 5°incontro da concordare a Dicembre, per la cottura finitura con patina di bronzo e/o legno
Il materiale verrà messo a disposizione.

Per informazioni ed iscrizioni:
333 8696569 Catia; email: cameredariainfo@gmail.com

11 anni fa Shirin Afsharnejad ha cominciato a praticare scultura, ceramica e tornio in Iran, e da tre anni in Italia a Carrara e Bologna. E’ una scultrice che utilizza legno, marmo, argilla e resina per la creazione delle sue opere. Ha partecipato a quattro mostre a Tehran / Iran e nel dicembre 2017 nella Galleria Linda Farrell a Parigi.

Enza Alessandra Prestia si fa in 3 per Camere d’Aria

Da Ottobre partiranno a Camere D’aria 3 laboratori condotti da Enza Alessandra Prestia

BATTITO SUL TAMBURO Laboratorio di Percussività
A partire da Martedì 9 Ottobre, dalle ore 19:00 alle ore 20:30
Il lavoro nasce dal desiderio di sperimentare il ritmo, Il battito, nella nostra giornata. Da come camminiamo, a come parliamo, mangiamo,ci relazioniamo. Nel riconoscerli, organizzarli ,modificarli , giocarci con il suono ed il silenzio. lavorare sui ritmi che si ascoltano, che si hanno in testa, condividerli, ascoltare quelli degli altri e insieme a loro creare una coralità. Individuando volta per volta strumenti e tecniche per rendere “suonabili” quei ritmi, per accordarli insieme a quelli degli altri e predisporsi all’ascolto di se e del mondo circostante.
Per partecipare si richiede una percussione

LA VOCE NATURALE
A partire da Martedì 9 Ottobre, dalle ore 21:30 alle ore 22:30
LA VOCE NATURALE è un laboratorio che non richiede particolari nozioni o abilità ed è adatto a chiunque creda nel suono. Nel canto c’è un’altra forma di dire le cose, di esprimere emozioni, di mettersi in contatto con sé stessi e con gli altri.
In questo percorso non c’è bisogno di essere un “bravo” o “cattivo” Musico.
Impariamo ad utilizzare l’energia dei suoni e della voce lasciandola fluire, liberando le tensioni, le sensazioni che l’accompagnano e la nostra capacità creativa di comunicare in ACCORDO.
E’ un percorso pratico di esercizi e giochi di gruppo orientato a rendere sempre più ampia la consapevolezza di sé stessi, attraverso il potere vibratorio di musica, suono, movimento e voce.

CANTO SUL TAMBURO
A partire da Giovedì 11 Ottobre, dalle ore 18:00 alle ore 19:30 (Gruppo Principianti); dalle ore 19:30 alle ore 21:00 (Gruppo Avanzato)
Un seminario che pone l’accento sul rapporto fra ritmo e corpo attraverso l’utilizzo dei tamburi a cornice e della voce. Partendo da alcuni brani del repertorio tradizionale del Sud Italia ci si approccerà al tamburo in maniera creativa e multisensoriale, dove sia la vocalità che il movimento corporeo aiutano a percepire le frequenze “particolari” che la vibrazione della pelle emana. Si analizzeranno quindi in maniera interattiva i vari stili di tammurriate e di tarantelle presenti nella tradizione popolare del Centro-Sud Italia.

Per informazioni e prenotazioni:
email: cameredariainfo@gmail.com
Silvia: 3396171306

CV Enza Alessandra Prestia

Enza Alessandra Prestia, è di origini italiane ma nata e cresciuta in Argentina. Mostra una forza interpretativa con voce calda e suadente, nostalgica e indefinibile nella sua emissione, tipicamente sudamericana. Ottima percussionista.
Musicista con esperienza vocale e strumentale, esprime la sua arte sia nel teatro che in progetti rivolti al disagio sociale e alle disabilità, conducendo laboratori presso gli Istituti di pena e collaborando con numerose Cooperative sociali.
Componente del gruppo di musica popolare del Sud Italia, “Assurd”, si esibisce da anni in tutto il mondo come chitarrista percussionista e cantante.
Per informazioni, potete consultare il sito:
www.suonitineranti.com, oppure le pagine Facebook “Assurd” e “Tanidades”.

Il clown: una licenza poetica – laboratorio teatrale

Il clown è un personaggio, una maschera, un gioco che ha la potenzialità di evolversi nel tempo, senza fretta e con costanza, attraverso lo studio, l’osservazione e la pratica. Chi decide di approcciarsi per la prima volta al mondo del clown lo fa spinto da una curiosità personale che può esaurirsi in un’unica esperienza o trasformarsi in un lungo percorso.

Tutto inizia quando, indossando il naso rosso, ci si ritrova davanti agli altri che fungono da pubblico e con gli occhi reattivi si sperimentano le prime emozioni. Il corpo comincia a raccontare assumendo forme diverse e soprattutto nuove che si differenziano da quelle quotidiane. Ci si sorprende dalla propria capacità di una espressione dinamica, diretta, creativa.

Il percorso che si propone vuole garantire ad ogni partecipante uno spazio personale in cui potrà trasformare quella curiosità intima in un flusso di nuove scoperte, consapevolezze, visioni. Silenziando le parole si evidenziano i limiti e il clown fa dei limiti le proprie personali risorse.

Il laboratorio viene strutturato in cinque incontri serali di martedì
9 ottobre (19:00 – 21:30)
16 ottobre
23 ottobre
6 novembre
13 novembre
e una lunga mattinata di domenica
18 novembre (09:30 – 15:00)

Per ulteriori informazioni:
riakiteatro@gmail.com
fb Pagliaccia Fischietta

Theano Vavatziani ha le sue prime esperienze nel teatro il 2003. Si forma con Naira Gonzalez al Centro Teatrale Umbro nel periodo 2005 – 2008. Nel 2006 si incontra con il gruppo Teatro Brucaliffo a L’Aquila, si forma come clown in corsia e insieme nel 2007 creano lo spettacolo “Il Circo Sottosopra” con la collaborazione di Leris Colombaioni. Lo spettacolo si presenta in festival in Italia, a Malta e a Berlino. Continua la sua ricerca sul clown in Brasile durante gli anni 2008- 2011. Si forma con Adelvane Neia in San Paolo e con José Regino a Brasilia. Crea lo spettacolo “Intervalo” con la regia di José Regino il 2010. Partecipa in festival a Belo Horizonte, Mariana, Rio De Janeiro e Brasilia. Nel 2012 a Bologna crea lo spettacolo di clown “Fischietta torna a casa”. Nello stesso anno collabora con il Teatro Ridotto in diversi progetti. Nel periodo 2014- 2016 si concentra nello studio e nella creazione del suo monologo “Lettere dal ‘63”, produzione che si consolida con la cooregia di Alessandro Migliucci nel 2017. Nel periodo 2016- 2018 conduce il laboratorio teatrale per adulti “Il clown: una licenza poetica”.

Dalla materia alla figura, marionette corporee in termoplastico

Workshop di creazione di marionette corporee.
Il corpo della marionetta si fonde e confonde con quello del manipolatore

Tecniche di realizzazione:  scultura della testa e di una mano in argilla, realizzazione delle stesse in termoplastico, corpo in gomma piuma. La bocca della marionetta non sarà articolata.

Gli obiettivi del corso sono costruire una marionetta ibrida a misura umana che rimarrà all’alunno. Conoscere un materiale di costruzione particolare quale il termoplastico che permette un modellato rapido e leggero con una resa iper-realistica. Apprendere nozioni di manipolazione di questo tipo di marionetta.

Programma

Il progetto
A ogni partecipante sarà richiesto di presentarsi al workshop con una propria idea da sviluppare.
Maggiore sarà l’approfondimento dell’idea (portare disegni, foto, bozzetti, eventuali elementi decorativi ) più facile sarà avanzare insieme nella costruzione finale. Ogni elemento che nutre la nostra immaginazione ci permetterà nella prima fase del percorso di riorganizzare insieme i concetti e creare una tavolozza visuale da seguire per finalizzare il progetto.

Costruzione
Sperimenteremo il termoplastico su una piccola maquette.
Realizzeremo la testa e la mano della marionetta, prima in argilla quindi in termoplastico. Scolpiremo il corpo in gommapiuma . Una volta assemblate e dipinte le parti sceglieremo il costume con il quale creeremo la fusione tra personaggio e manipolatore.
In questa fase procederemo per tentativi perché sarà attraverso la sperimentazione che appariranno le risposte appropriate per rendere viva e organica la nostra creatura.

Manipolazione
Studieremo tecniche di manipolazione da applicare alla nostra marionetta. Per facilitare l’apprendimento verranno messe a disposizione alcune delle marionette della compagnia “La Barca dei Matti”.

Materiali
La maggior parte dei materiali per la realizzazione completa del progetto verrà fornito dalle insegnanti. Qualora l’alunno volesse personalizzare la propria marionetta con elementi particolari, quali occhi di vetro o parrucche dovrà provvedere a procurarseli. Consigliamo di portare proposte di costume che denoterà fortemente il carattere del personaggio .

Data: da venerdì 26 ottobre a domenica 4 novembre
Orario: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.
Luogo: Camere d’aria, via Guelfa 44 Bologna, Italia.
Lingue del corso: Italiano, Spagnolo e Francese.

Sarà possibile iscriversi fino al 15 ottobre. Il numero dei partecipanti è limitato a 15.

Il workshop è rivolto a:  marionettisti, attori, scultori, ballerini, scenografi, studenti e chiunque abbia una sensibilità artistica.
Per le iscrizioni è consigliato mandare il curriculum vitae.

Insegnanti:
Ilaria Olivari e Annamaria Andrei sono marionettiste, attrici e costruttrici nella compagnia La Barca dei Matti diretta da Natacha Belova, da febbraio 2015.

Link Barca dei Matti
https://www.facebook.com/passaggeri/
https://www.facebook.com/barca.deimatti.9

Link di Ilaria Olivari
https://www.facebook.com/Teatro-Hilar%C3%A8-472319126251855/

Link Annamaria Andrei
https://www.facebook.com/Grande-Cantagiro-Barattoli-538547249518332/
https://www.facebook.com/Compagnia-Tarassaco-Teatro-1535805530069471/

Per informazioni e iscrizioni
Annamaria Andrei: annamariaandrei@hotmail.com
Ilaria Olivari: 3496075927

Laboratorio Maschera Teatrale

LABORATORIO INTRODUTTIVO ALL’USO DELLA MASCHERA TEATRALE (from Brazil)

Condotto dalle attrici/performer/ricercatrici: Juliana Pautilla, Daniela Perucci e Márcia Torquato (Brasile)

Date:  23 e 24 Luglio, dalle 10 alle 13

Il laboratorio ha l’obiettivo di introdurre i partecipanti ai principi che sostengono il gioco con la maschera espressiva.
La metodologia prevede l’allenamento pratico per la preparazione del corpo e della voce all’utilizzo della maschera teatrale: base, centro del corpo, dilatazione, attenzione, disposizione, agilità, segmentazione, proiezione vocale, focus, azione/reazione, conduzione, trasformazione dell’energia, qualità corporee a partire dagli animali e da altri elementi della natura.
Il laboratorio ha la durata di 6 ore totali suddivise in 2 giorni (3 ore/giorno).

Per info e prenotazioni: 339 6171306 (Silvia)

www.julianapautilla.com.br

Stage estivo di Musical di Istantanea Teatro

Uno stage intensivo aperto a tutti, senza limiti di età per mettersi in gioco, emozionarsi e divertirsi insieme (con spettacolo finale!)

QUANDO

dal 19 al 27 luglio, dalle 18.00 alle 22.00

Domenica 22 dalle 10.00 alle 17.00

 Pausa il 23 luglio

DOVE

presso Camere d’Aria – Officina polivalente delle arti e dei mestieri

via Guelfa 40/4 – Bologna

www.cameredaria.net

COME

saranno 9 giorni intensi e continuativi, con un lavoro che sarà sia individuale che di gruppo

lavoreremo sul musical: “Le streghe di Eastwick”

porteremo in scena uno spettacolo conclusivo aperto al pubblico presso l’officina artistica Camere d’aria

 CHI

per tutti, senza limiti di età o di esperienza, per chi coi propri limiti vuole giocare

PERCHE’

per esplorare nuove modalità di espressione o semplicemente tenersi in allenamento, per mettersi in gioco, divertirsi ed emozionarsi insieme

DOCENTI

Eleonora Lombardo, canto e danza

Gloria Gulino, recitazione e regia

INFO E ISCRIZIONI:

gloria_gulino@yahoo.it

Workshop di Scultura con Shirin Afsharnejad rinviato in autunno

RINVIATO IN AUTUNNO!!!!!!

Workshop di SCULTURA con Shirin Afsharnejad

 

Programma delle due giornate:

Bassorilievo base: Fiori e animali ( semplici modelli)
Bassorilievo : Dalla foto del ritratto del proprio profilo alla realizzazione in argilla

Domenica sera, Cena: Preparazione di un piatto iraniano con Shirin : “Mirza Ghassemi” e saluti!

Dopo l’estate, in data da definire post incontro per applicare pattina e/o smalto.

Per informazioni e iscrizioni:
Lydia: 3286629343
email: cameredariainfo@gmail.com

Sabba per Zitelle moderne – Laboratorio

MEGLIO SOLE E MALE ACCOMPAGNATE
Laboratorio ludico/creativo per gattare bisbetiche, streghe fricchettone e single in carriera

Venerdì 06 Luglio dalle 18:30 alle 22:30
Sabato 07 Luglio dalle 10:00 alle 14:30

Per info e iscrizioni: marsala@canaglie.org

CHIEDIAMO UN CONTRIBUTO DI 5 EURO A PERSONA PER I MATERIALI…ma se non puoi metterli sei benvenut* lo stesso!

COSA?
Ti sei mai sentit* Zitella? Ti sei mai sentit* giudicat* per le tue scelte di vita? Ti senti gli occhi addosso perché non soddisfi le aspettative sociali? Mamma è preoccupata perché sei sol*? I pranzi di Natale sono uno strazio? Ai matrimoni al bouquet ci daresti fuoco?
Sei stanc* di sentirti ripetere: “Chi troppo vuole nulla stringe”? “Non credi sia giunto il momento di sistemarti?” “Come mai non hai figli? Non ti piacciono i bambini?”

Allora vieni a esorcizzare con noi gli stereotipi che gli altri ti buttano addosso. Partecipa al laboratorio e alla performance per Zitelle (o aspiranti tali) che hanno deciso di non stare più alle regole del gioco. Vieni e porta la tua storia, le tue esperienze e i luoghi comuni con cui hanno cercato di riempirti la testa e insieme proveremo a mettere in discussione la figura della Zitella per far sapere a tutt* (ma proprio a tutti/e/*) che ogni scelta di vita ha valore!

-COME?
Laboratorio aperto a donne e uomini di qualsiasi età.
Verranno utilizzate tecniche teatrali, ed attività manuali.
Non sono richieste conoscenze pregresse particolari, solo la voglia di divertirsi e mettersi in gioco.

PERFORMANCE FINALE: Sabato 07 Luglio, dalle 24:00 in avanti!

Gli esiti del laboratorio verranno presentati all’interno della festa Orgogliose Antirazziste. Benefit per Ventimiglia Città Aperta, organizzata da Maria Mieli (Laboratorio Smaschieramenti) C/O Ateliersi, Via San Vitale 69, Bologna

https://www.facebook.com/events/225159451620218/

-PERCHE’?
Zitella è una parola un po’ desueta, un termine antico coniato all’interno di una società i cui rapporti tra uomini e donne erano regolati da ruoli rigidi e ben definiti.
Zitelle erano le donne che non erano state scelte, le bisbetiche, le isteriche, le scontrose, quelle che non si erano sapute accontentare. Erano le donne un po’ avanti con l’età, non più desiderabili perché non più fertili e di conseguenza costrette a vivere in una condizione di perenne solitudine.
Alla zitella mancava sempre qualcosa: la sua era una condizione passiva oltre che una vera e propria disgrazia.
Al giorno d’oggi il valore dispregiativo del termine “zitella” è stato riconosciuto e sostituito con l’immagine della donna single, indipendente e libera.
Ma siamo certe che l’idea della donna-zitella sia stata superata e la sua valutazione da parte della società veramente cambiata? Chi sono le zitelle contemporanee? E soprattutto, è possibile sovvertire il termine zitella associandolo a una scelta di vita piena, consapevole, soddisfacente invece che a uno stigma?

-CHI?
MARSALA è un collettivo di ricerca artistica che gioca con gli immaginari collettivi. Li analizza, li distrugge e ne crea di nuovi. Per farlo utilizza strumenti quali video, installazioni, performance e laboratori. Il principale focus della sua ricerca è il rapporto tra corpo, spazio e identità.