Il clown: una licenza poetica – laboratorio teatrale

Descrivere un laboratorio teatrale che si concentra sul personaggio del clown è un processo limitato. Descrivere è un verbo che il clown quando lo incontra lo stravolge, diventa il pretesto per creare un gioco e condurre l’attenzione verso una logica nuova.

Il clown porta con se il suo mondo nella sua interezza : emotivo,tecnico, esperienziale,immaginario. Vive misurandosi con il suo peso e i suoi desideri. È consapevole che gli altri lo guardano. Li approccia avendo le idee chiare, semplici. Mantiene il suo corpo pronto a reagire in qualsiasi momento.

Il corpo è il veicolo con cui viaggia il suo mondo, si alimenta di immagini ed emette emozioni.

Nella descrizione a parole manca l’elemento della sorpresa che lo studio della costruzione del personaggio di clown contiene. È lo stare fermi con una maschera piccola sul viso, il naso rosso, che fa confondere e sbagliare tutte le parole e fa capire che il primo passo sarà diversissimo dal secondo e così via … verso la revisione di tutti i punti fermi e la creazione di una presenza autentica e sorprendente.

Un laboratorio di base sulla costruzione del personaggio di clown
Condotto da Theano Vavatziani

Sono previsti 4 incontri serali e una giornata finale intensiva.

Date:
Mercoledì 11/04 19:00 – 21:30
Mercoledì 18/04 19:00 – 21:30
Mercoledì 02/05 19:00 – 21:30
Mercoledì 09/05 19:00 – 21:30
Sabato 12/05 10:00 – 18:00

Per informazioni
email: riakiteatro@gmail.com
fb: Riaki Teatro, Pagliaccia Fischietta

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *