Dalla materia alla Figura. Marionette a misura umana in termopl

Workshop di creazione di marionette corporee secondo la tecnica della maestra Natacha Belova.
Il corpo della marionetta si fonde e confonde con quello del manipolatore.

Tecniche di realizzazione: scultura della testa e di una mano in argilla, realizzazione delle stesse in termoplastico, corpo in gomma piuma. La bocca della marionetta non sarà articolata.

Gli obiettivi del corso sono costruire una marionetta ibrida a misura umana che rimarrà all’alunno. Conoscere un materiale di costruzione particolare quale il termoplastico che permette un modellato rapido e leggero con una resa iper-realistica. Apprendere nozioni di manipolazione di questo tipo di marionetta.

Programma

Il progetto
A ogni partecipante sarà richiesto di presentarsi al workshop con una propria idea da sviluppare.
Maggiore sarà l’approfondimento dell’idea (portare disegni, foto, bozzetti, eventuali elementi decorativi ) più facile sarà avanzare insieme nella costruzione finale. Ogni elemento che nutre la nostra immaginazione ci permetterà nella prima fase del percorso di riorganizzare insieme i concetti e creare una tavolozza visuale da seguire per finalizzare il progetto.

Costruzione
Sperimenteremo il termoplastico su una piccola maquette.
Realizzeremo la testa e la mano della marionetta, prima in argilla quindi in termoplastico. Scolpiremo il corpo in gommapiuma . Una volta assemblate e dipinte le parti sceglieremo il costume con il quale creeremo la fusione tra personaggio e manipolatore.
In questa fase procederemo per tentativi perché sarà attraverso la sperimentazione che appariranno le risposte appropriate per rendere viva e organica la nostra creatura.

Manipolazione
Studieremo tecniche di manipolazione da applicare alla nostra marionetta. Per facilitare l’apprendimento verranno messe a disposizione alcune delle marionette della compagnia “La Barca dei Matti”.

Materiali
La maggior parte dei materiali per la realizzazione completa del progetto verrà fornito dalle insegnanti. Qualora l’alunno volesse personalizzare la propria marionetta con elementi particolari, quali occhi di vetro o parrucche dovrà provvedere a procurarseli. Consigliamo di portare proposte di costume che denoterà fortemente il carattere del personaggio .

Data: dal 31 Marzo al 7 Aprile 2018
Orario: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.
Luogo: Camere d’aria, via Guelfa 44 Bologna, Italia.
Lingue del corso: Italiano, Spagnolo e Francese.

Sarà possibile iscriversi fino al 25 di Marzo. Il numero dei partecipanti è limitato.

Il workshop è rivolto a: marionettisti, attori, scultori, ballerini, scenografi, studenti e chiunque abbia una sensibilità artistica.
Per le iscrizioni è consigliato mandare il curriculum vitae.

Insegnanti:
Ilaria Olivari e Annamaria Andrei sono marionettiste, attrici e costruttrici nella compagnia La Barca dei Matti diretta da Natacha Belova, da febbraio 2015.

Link Barca dei Matti
https://www.facebook.com/passaggeri/
https://www.facebook.com/barca.deimatti.9

Link di Ilaria Olivari
https://www.facebook.com/Teatro-Hilarè-472319126251855/

Link Annamaria Andrei
https://www.facebook.com/Grande-Cantagiro-Barattoli-538547249518332/
https://www.facebook.com/Compagnia-Tarassaco-Teatro-1535805530069471/

Per informazioni e iscrizioni
Annamaria Andrei: annamariaandrei@hotmail.com
Ilaria Olivari: 3496075927

TANGO CENA

3 Marzo, ore 20:00


Una serata argentina pensata per sostenere Camere d’aria.

A cura di Ana Maria Klem, creata durante la sua residenza artistica a Camere d’aria.

Ospiti d’onore: Andrea Vighi e Chiara Benati, finalisti ai Mondiali di tango di Buenos Aires 2017, categoria “Tango de Pista”; vincitori del 6^ preliminare di tango Buenos Aires ai Mondiali di ballo del 2017 di Brindisi, categoria “Tango Escenario”.

Incursioni teatral musicali di artisti Argentini.

Menù preparato con amorrr y pasión

Guiso tradicional (minestrone all’Argentina)
Empanadas de carne y vegetarianas
Flan Casero
1 copa de vino

Per informazioni e prenotazioni:

cameredariainfo@gmail.com
3396171306 Silvia

LES INCROYABLES CITOYENS ! Nascere

Dal 14 al 18 Febbraio

LES INCROYABLES CITOYENS ! (pour vous ou vos jeunes protégés)
Parce qu’il est à la frontière entre débat public, société civile et rendu artistique mêlant artistes professionnels et citoyens du monde sur le territoire européen, ce projet peut participer à un nouvel élan sociétal que l’on sent émerger de plus en plus de part et d’autre.
Dans la rencontre sur le terrain,de nombreux jeunes ont le talent et l’envie de relever les défis de société mais ne passent pas à l’action par inhibition, aquoibonisme, dû aux crises successives rencontrées dans leur pays, disent-ils, ou à leur impression que leur parole éventuelle ne sera pas prise en compte.
Partant de ces constats, nous avons voulu utiliser nos compétences artistiques pour servir le but premier du théâtre et du spectacle vivant en général, à savoir être l’expression et le moyen de communication du citoyen , traduit poétiquement par l‘artiste.

Ainsi avons-nous créé une forme évolutive et participative, qui se voit devenir un outil de communication, un point de convergence et d’échange de jeunes européens mais aussi, de publics en difficulté et d’un tout public toujours convié à participer aux évènements proposés et notamment, à assister et/ou à participer au spectacle
« ET NOUS DEVÎNMES INFRANCHISSABLES ! ».

Le temps fort proposé à Bologne/Italie en Février est intitulé « Naître ».
Dans certaines traditions (notamment africaines) , il est question d’une seconde naissanec offerte à l’homme, autre que sa naissance génétique. Cette seconde naissance fait référence à une prise de conscience et un engagement pour servir ce qui fait sens.
Certains disent que collectivement, nous en sommes à ce moment où nous pouvons et devons renaître. Les catastrophes nous rappellent à nous-mêmes. Comment agir ? Comment s’engager ? Intérieurement ? Extérieurement ?
Ce temps fort propose d’explorer ces questions artistiquement à partir de textes et de propositions performatives.
Nous en partagerons le résultat à l’issue du temps fort, invitant autant les étudiants, le tout public et les décisionnaires politiques locaux et européens.
L’obstacle apparent des langues différentes utilisées par les participants deviendra défi, point d’appui à notre créativité.
RESA et LETTRE DE MOTIVATION :
matamalam@matamalam.org
ou en MP
o per italiani Silvia
+3396171306 cameredariainfo@gmail.com
Participation aux frais (100 euros voyage, hébergement et un repas par jour compris ) nombre de stagiaires limité.Réservé en priorité aux moins de 30 ans ( projet soutenu par Erasmus+)

LABORATORIO di CERAMICA di BASE

LABORATORIO di CERAMICA di BASE
Di Shirin Afsharnejad

Impariamo le tecniche principali: Pizzicato, colombino e la lastra/sfoglia e creiamo vasi, piatti, bicchieri…

PROGRAMMA

5 incontri di 2 ore dalle 19:00 alle 21:00
Giovedì 8/15/22 Febbraio e 1 Marzo 2018
Il 5° incontro da concordare per la cottura finitura con patina di bronzo e/o legno.

Il materiale verrà messo a disposizione.

Per informazioni e iscrizioni:
Catia 3338696569
Email: cameredariainfo@gmail.com

11 anni fa Shirin Afsharnejad ha cominciato a praticare scultura, ceramica e tornio in Iran e da tre anni in Italia a Carrara e Bologna.
E’ una scultrice che utilizza legno, marmo, argilla e resina per la creazione delle sue opere.
Ha partecipato a 4 mostre Teheran/Iran e nel Dicembre 2017 nella Galleria Linda Farrell a Parigi.

CINEMA sul DIVANO

CINEMA SUL DIVANO
Un viaggio tra Cuba, Brasile Argentina e Cile.
Prima puntata 31 gennaio alle 20:30

Habana Blues di Benito Zambrano

Perché non iniziare l’anno viaggiando lontano, ma senza muoversi da Bologna? Camere d’Aria, spazio di socialità, arte e multiculturalita, vi offre una volta al mese l’opportunità di viaggiare in America Latina. Un programma di film contemporanei e alternativi, vi farà conoscere realtà differenti legate a diversi paesi, tra cui: Cuba, Brasile Argentina e Cile.

Popcorn, chupa-chups e havana rum!!!!!!!!!!!

Info e prenotazioni (posti limitati sui divani): cameredariainfo@gmail.com
Bruna : 3486913549

Habana Blues di Benito Zambrano

Con tre nomination al Festival di Cannes, Benito Zambrano, racconta la storia di due giovani musicisti cubani, Ruy e Tito. Loro hanno un sogno in comune: diventare famosi e lasciare L’Avana. Ruy vive con Caridad e i loro due figli ma stanno per lasciarsi, nonostante si amino ancora. Tito, invece, vive con la nonna. Ruy e Tito lavorano all’organizzazione del loro primo concerto importante quando scoprono che due produttori spagnoli stanno per arrivare a Cuba per scovare nuovi promettenti talenti. E’ un’opportunità che capita una volta nella vita e decidono di coglierla al volo e conquistare gli spagnoli…

2005 ‧ dramma musicale ‧ 1h50m
Francia / Spagna / Cuba

Io sono un clown e non posso farne a meno!

Venerdì 19 Gennaio, ore 21:00
In anteprima esclusiva a
CAMERE D’ARIA

 

IO SONO UN CLOWN… e non posso farne a meno!
Uno spettacolo di circo contemporaneo adatto a tutte le età

Bianco e Augusto sono due pagliacci, e sono amici da una vita intera… e forse anche più! Entrambi amano il circo e sono l’uno lo specchio dell’altro, però all’incontrario: il primo è autoritario, severo, maestoso e disciplinato; il secondo fannullone, attaccabrighe e pieno di risorse creative. L’arrivo dell’acrobata Tina sconvolgerà le loro vite e li porterà a vivere nuove avventure: buffe gag, litigate, scapaccioni e abbracci, per ricordarsi che – alla fine – l’amicizia vince su tutto!

Ingresso a offerta libera

Workshop La Belleza en lo Deforme Carlota Berzal (Spagna)

Workshop di Movimiento Espressivo
LA BELLEZA EN LO DEFORME
di Carlota Berzal (Cía La Turba. Spagna)

Venerdi 9 Febbraio  dalle  16:00 alle  21:00

Tra le vibrazioni, la torsione e lo scuotimento è il bello. Ammira la purezza di ogni espressione e dimentica i salti con altezza, equilibrio e armonia. Nel caos e nell’irrazionale risiede la grazia del movimento. Il perfettamente imperfetto. Il razionale irrazionale.

Questo workshop è focalizzato sullo sviluppo del movimento espressivo attraverso la creatività. Per trovare la bellezza del deformato in ognuno, dialogheremo costantemente con il movimento e la parola. Strumenti come la ripetizione o la disarticolazione del corpo per abbandonare il razionale in una ricerca istintiva. Un corpo erratamente vero che distilla la vita in ciascuno dei suoi pori.

Rivolto a ballerini, attori, musicisti e perfomers di qualsiasi natura artistica.

A proposito di Carlota Berzal
Ha una laurea in Arte Drammatica, specializzata testuale Interpretazione presso la Scuola d’Arte Drammatica Siviglia (Spagna) e frequenta quattro anni di danza contemporanea presso il Conservatorio Antonio Ruiz Soler nella stessa città. Svolge numerosi workshop di danza urbana, contatto e Butoh. Ha approfondito i suoi studi che conducono due moduli internazionali: teatro fisico e teatro della comunità in Metropolia (Helsinki, Finlandia) e contemporanei approcci per le arti dello spettacolo a Concepción (Cile). Lo scorso anno 2016 si è aggiudicata una borsa di studio nel 2016 con i cacciatori Pablo Rotemberg, Inés Armas e Sergio Bazán a Buenos Aires (Argentina). Direttore della società La Turba, crea pezzi come Filipo (Finalista Concorso Desencaja 2015 Spagna, Riunione indipendente Teatro La Plata 2017, Teatro del Abasto Buenos Aires), tutto quello che non sono (FAKI Festival 2015 Croazia, Festival LOFT 2016 Cile, Eccentrico Festival Argentina 2016), Ofelia vegetariana (Festival Internazionale di Independent Dance Festival e l’Università nazionale delle Arti, 2017 Argentina).

Per info e iscrizioni: carlotom9@hotmail.com

Trailer: https://youtu.be/0HhGpkBM0Yc

www.carlotaberzal.es
https://www.facebook.com/carlotaberzal/

LUNÀTICA

Venerdì 12 Gennaio, ore 21

Spettacolo di Enza Alessandra Prestia
Voce, chitarra e percussioni
Suoni e canti della tradizione popolare Argentina, un viaggio attraverso l’esperienza vissuta.

Lo Spettacolo di Enza Alessandra Prestia, fondatrice del gruppo Assurd (canti e musiche del sud Italia), fa rivivere l’incontro tra lo spirito popolare del suo essere figlia di emigranti e la forza sudamericana del suo luogo di nascita, una storia comune alle donne viaggiatrici con un attaccamento viscerale alla terra. Accompagnata da percussioni e chitarra, la sua voce calda e unica, dal temperamento di fuoco, esprime meravigliosamente la creatività, l’energia, la festa, esternando la bellezza dell’universo femminile.
Lunàtica e’ un viaggio nel mondo della determinazione femminile, con brani di propria autoria che incarnano la donna legata alle tradizioni e ai tempi primordiali.
Le musiche “contaminate” dalle vite tramandate dai padri e arricchite dalle forme più sensuali della musica popolare italiana e sudamericana, in un connubio di melodie nuove che spaziano e percorrono i continenti.

Enza Prestia ha una carriera artistica di notevole spessore con collaborazioni e spettacoli in Italia e all’estero.

Per informazioni e prenotazioni:

cameredariainfo@gmail.com
3396171306 Silvia

Terra Matta (1943-1968)

4° Appuntamento della Rassegna Oltre L’ombelico

Sabato 13 Gennaio ore 21


Terra Matta è un progetto che parte dall’omonima autobiografia di un bracciante siciliano semianalfabeta classe1899: in 1027 pagine dattiloscritte senza margini con il punto e virgola a dividere una parola dall’altra, in una lingua grezza e infarcita di sicilianismi Vincenzo Rabito racconta la sua vita e con essa la storia del nostro Paese da un punto di vista unico.
Terra Matta 3 (1943-1968) racconta l’Italia dal secondo dopoguerra al ‘68. Vincenzo narra la nascita dei figli Gaetano e Giovanni, l’ascesa della D.C., la prima televisione, i briganti; alla sua vicenda umana si affiancano quelle di Rita, Brunilde e Antonietta, donne emigrate in quegli anni in Argentina e raccolte con il progetto sulla memoria migrante italiana Oltreoceano 2.

SUPPLEMENTO NOTA
Inizialmente la mia idea era di fare un monologo sugli anni della Grande guerra – Terra Matta (1899-1918 ) ha debuttato infatti il 24 maggio 2014 – ma poi la bellezza del resto del diario mi hanno fatto cedere alla tentazione di portarlo sul palco tutto.
Visto lo scritto nel suo insieme ho poi fatto un altro passaggio: la tensione verso il benessere dei figli, il carattere girovago dell’esistenza di Vincenzo avvicinavano a mio avviso la sua peripezia a quella del migrante e così nel maggio 2015 con un crowdfunding sono partito per raccontare la prima parte di Terra Matta agli italiani di Argentina e Uruguay per un mese, in case private e in teatri, usando il testo come catalizzatore di memoria, Vincenzo come esempio, Terra Matta come merce da scambiare con le storie del pubblico.
Nel corso dei mesi successivi ho ricevuto moltissime storie di migrazione italiana che a mio avviso potevano ritrovare il loro giusto valore solo se restituite ai legittimi proprietari “passate” per il teatro.
Così le ho integrate come personaggi fittizi, ma veri, alla seconda parte della vita di Vincenzo – Terra Matta (1918-1943) che a maggio 2016 ha debuttato a Buenos Aires e l’anno successivo nella terza Terra Matta (1943-1968) con debutto a Mendoza nel maggio 2017.

CREDITI
TERRA MATTA (1943-1968)
tratto dall’opera letteraria di V. Rabito, Einaudi ed.
con Stefano Panzeri
adattamento e regia Stefano Panzeri

Per Informazioni e Prenotazioni:
cameredariainfo@gmail.com
3396171306